<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=164354&amp;fmt=gif">
4April

Personalizzare o ultra-personalizzare: questa è la domanda.

4April

Al giorno d’oggi il tema della personalizzazione non è più in discussione. A prescindere dal canale utilizzato, sono sempre di più i consumatori che seguono i brand, ma la comunicazione di massa non funziona più, lasciando spazio ad una comunicazione personalizzata. La personalizzazione paga: il 75% degli utenti internet si recano in negozio e acquistano i prodotti proposti in una newsletter[1].

Se confrontate i risultati di una campagna personalizzata con una generalista vi renderete immediatamente conto che la personalizzazione ha un effetto sia in materia di relazione con il cliente che di fidelizzazione. Click rate, aperture, conversion: tutti i vostri indicatori di performance saranno positivi. Un esempio: rispetto ad un’attività di e-mailing massiva, un'e-mailing personalizzata ha un tasso di aperture uniche del 29% e un click rate superiore del 41% ! Perché privarsene ?

Passato San Valentino, una serie di altre occasioni speciali si stanno avvicinando : la festa della mamma, la festa del papà, i saldi estivi… Eventi importanti per tutti i brand, in termini di fatturato generato.

Prendete ad esempio la festa della mamma. Questa occasione, così famosa in Italia (e in tutto il mondo !) porta ai fioristi ogni anno un fatturato di circa 45 milioni di euro.[2]

Allora, come fare la differenza ? Come realizzare campagne marketing che lascino un segno, ispirino i consumatori e ingaggino i vostri clienti ? Cari marketer, è arrivato il momento di fare spazio alla ultra-personalizzazione. Primo passo : puntate sulla conoscenza dei clienti per segmentare e personalizzare i vostri messaggi. Secondo passo: spingete al massimo sulla personalizzazione grazie all’onlinetainment poichè è proprio ciò che i consumatori di oggi si aspettano dalle comunicazioni del vostro brand.

Le occasioni di vendita speciali, che vi sono lungo tutto l’anno, non sono le uniche a cui dovete porre attenzione. Ormai dovete sfruttare tutte proposte e i trend provenienti dai social network. La parola d’ordine è una sola : viralità, per guidare traffico online e offline.

4 maggio : tra i vostri clienti vi sono dei fan di Star Wars ? Montate un photobooth con le immagini di Star Wars e invitate i vostri follower a passare in negozio per farsi fare una foto accanto a Chewbacca.

Giornata mondiale del cocktail: il 13 maggio perchè non approfittarne per invitare i vostri clienti a una vendita privata e offrire loro il loro cocktail preferito ?

Per la giornata dei genitori, l’1 giugno, identificate tra i vostri clienti dei giovani genitori e date loro la possibilità di vincere un week end romantico per rigenerarsi.  

 Il 21 giugno è la giornata europea del gelato. Accordatevi con un gelataio che si trovi nei pressi del vostro store di punta e invitate i vostri clienti a gustare un gelato da voi !

In occasione della giornata mondiale dei videogiochi il 23 novembre, organizzate un torneo di Fifa nel vostro negozio. I vostri clienti appassionati di videogiochi ne saranno entusiasti.

Questi sono solo esempi di attività che vi consentiranno di portare traffico in negozio e creare buzz nella vostra community su Instagram. In sintesi: intrattenete i vostri consumatori ed incoraggiateli ad ingaggiarsi con il vostro brand sui social network e ad acquistare i vostri prodotti.

 

[1] SNCD

[2] Assofioristi

Iscriviti al nostro blog

Facci sapere cosa hai pensato di questo post.

Lascia un commento qui sotto.